Ieri e oggi

 

Il giorno 29/11/2019 presso la Casema Bechi Luserna di Pisa il Comandante del Reggimento Col Pisciotta Salvatore ha ospitato gli U. e SU. dell’ex Battaglione Logistico Par “Folgore” che con un tam-tam telefonico tra loro, hanno convogliato circa 100 ex in Caserma, provenienti da tutt’Italia con nave, aereo, treno o auto.
La mattina alle 08:15, il personale affluito ha presenziato all’alzabandiera.
Prima di un breve saluto, INASPETTATAMENTE, il Comandante ha chiamato a se la Bandiera di guerra del Rgt L.
La commozione degli ex U e SU è stata generale per il significato che la presenza di quella Bandiera assumeva per loro: riabbracciare quel simbolo che avevano servito per tanti anni  (alcuni dalla costituzione del Btg L e fino alla sua chiusura), con dedizione, passione, fervore e professionalità.

Il Comandante del Rgt L dopo una breve allocuzione sua e di un ex Comandante ha poi voluto presentare la forza schierata a tale ultimo Comandante: significato alto e profondo che ha commosso ancora una volta la totalità dei convenuti (oltre a quell’ex Comandante del Btg L e del 6^ Rgt di Manovra cui è stata presentata la forza).

La visita é proseguita con una interessante mostra statica di mezzi e materiali di ultima generazione e con la successiva visita al Museo delle Aviotruppe presso il Centro Addestamento di Paracadutismo..
Alle 13:00, dopo il saluto del Comandante agli ultimi arrivati, il personale affluito si è riunito a mensa per un pranzo conviviale assieme ad una  rappresentanza di U, SU, volontari e personale civile in forza al Reggimento Logistico Par “FOLGORE”.
Erano presenti tra gli altri il Ten Gen.(ris) Mario Righele, già comandante del Btg L dal 1987 al 1990 e successivamente Comandante Tramat, il B. Gen (ris) Ferdinando Guarnieri, già comandante del Btg L dal 1995 al 1998 e comandante del 6^ Rgt di Manovra dal 2001 al 2004, il Col Angelo Squadrone ( classe 1929), campione mondiale di podismo per la sua categoria, l’allora Ten Franco Filiberto (oggi affermato scrittore) che nell’estate e fino all’11 ottobre 1975 fu il Comandante del Nucleo Stralcio in qualità di Ufficiale più anziano, del costituendo Battaglione Logistico. 

L’idea di un pranzo che riunisse un po’ di  U e SU del disciolto Btg L è stata del Luogotenente Stefano Sodi avallata dall’attuale Cte del Rgt Col Salvatore Pisciotta.

Il passa parola generata da una chat ha coinvolto circa 200 ex U e SU da tutt’Italia.

Il pranzo si è così trasformato in raduno con Alzabandiera, Mostra statica e visita al Museo delle Aviotruppe.

Gli organizzatori del raduno: Ten Col Angelo Santillo, Luogotenenti Stefano Sodi, Genna Michele e Di Puglia Gennaro hanno lavorato alacremente per più giorni per rendere l’evento memorabile.

Si sono sapientemente suddivisi i compiti per la fase organizzativa e di condotta (in accordo con il comando del Rgt).

E’ stato realizzato un cronoprogramma per la fase realizzativa, redatte e stampate le brochure dell’evento, e le brochure menù, approntate le liste delle adesione ai diversi programmi con targhe dei mezzi in afflusso per le necessarie autorizzazioni (costantemente aggiornate).

Sono stati presi i necessari accordi con la ditta del catering per il pranzo e con la ditta per la fornitura di targa ricordo, gadget, spille da bavero, medagliette.

Sono state raccolta le quote di adesione tramite carta post-pay e (chicca finale) sono stati acquistati dei fiori per rendere omaggio alle  donne presenti (militari e personale civile).

Agli interventi finali delle autorità presenti ha fatto seguito un toccante e commosso ringraziamento del Luogotenente Stefano Sodi che nel ringraziare i convenuti ha ricordato l’inatteso sviluppo di un evento che era partito con la volontà di aggregare un po’ di ex U e SU per un semplice pranzo.

Una magnifica torta con lo stemma della FOLGORE, del BTG e del RGT con la scritta IERI… e …OGGI e dolcetti, ciascuno con lo stemma del Btg L, hanno concluso un ottimo pranzo.

Un evento insomma che rimarrà nella storia del Reggimento per gli esiti e la risonanza dell’evento.

Non è escluso che l’evento possa ripetersi in un prossimo futuro, trasformandosi in “Raduno Nazionale” che vedrebbe coinvolti anche ex Graduati e Paracadutisti  (oggi nonni) che hanno contribuito e collaborato a rendere grande il Btg L “FOLGORE” e ad onorare la nostra unica Bandiera (che a distanza di 45 anni circa è sempre la stessa), a perpetuare  le nostre  tradizioni, ed a rinsaldare le nostre  radici ed a rendere attuale e credibile il nostro motto:  “DIAM L’ALI ALLA VITTORIA”.

FOLGORE!!!                                                                        

(GUAFER)

 

                                                            

Angelo Squadrone vince il mondiale di mezza maratona

Angelo Squadrone – 89 anni -Ufficiale Paracadutista – vince il mondiale di mezza maratona

Foto di repertorio

PISA. Angelo Squadrone, classe 1929, colonnello della Folgore in pensione, ha vinto le gare sui 10 e 21 km ai Mondiali di Malaga in Spagna per la categoria 85-89 anni, della fine di settembre.
Ad Orta aveva corso dal 4 al 13 agosto 10 mezzemaratone in 10 giorni. Il 18 marzo 2018 si era già imposto nella mezzamaratona di Vittorio Veneto e l’8 aprile veniva nominato “vincitore morale” della maratona di Roma, premio che gli è valso la presenza sulla Rai, ne “I Fatti Vostri” dove Giancarlo Magalli ho ha definito «Il nonno dei record».
Agli Europei di Alicante disputati a Giugno ha vinto i 10 km mentre nella mezzamaratona ha abandonato: «stavo vincendo ma ho dovuto interrompere la mia gara perché dovevo andare in bagno.
Angelo Squadrone è Padre di Antonio, ufficiale e atleta del CSE e Giorgio Squadrone , .
luogotenente incUrsore , atleta del Cse . Entrambi sono s campioni di paracadutismo di precisione

Fonte: congedatifolgore